Courmayeur – Villa #Workinprogress

0Metri Quadri
0Finestre Trapezioidali
0connettori consolidamento solai

Una costruzione degli anni ’30 viene ampliata e innalzata di un piano per soddisfare le nuove esigenze famigliari. Una ristrutturazione eseguita nel rispetto dell’edilizia tradizionale della valle.

La parte est della casa è esposta verso la montagna, pertanto è stato necessario dimensionare le strutture per antivalanghiva, come previsto dalla legge.

Per l’innalzamento del secondo piano verranno usate delle putrelle in acciaio.

Il tetto della casa verrà rifatto con la tradizionale copertura a lose.

Descrizione del progetto

Data di inizio lavori: 4 settembre 2018

La casa è stata costruita nel 1935, utilizzando tecniche che prevedevano la realizzazione di solai in legno e muri perimetrali in sasso. L’attuale ristrutturazione con ampliamento volumetrico dell’edificio ha richiesto un importante consolidamento strutturale per adeguare la stessa alla vigente normativa antisismica. I consolidamenti hanno coinvolto tutta la struttura dell’edificio.

Alla struttura originaria viene aggiunta una nuova parte in cui è posizionato il vano scale che mette in comunicazione i tre livelli dell’abitazione. Il secondo piano – attualmente un solaio con altezze non abitabili – verrà innalzato ricavandone un piano aggiuntivo con soppalco/sottotetto. Le modifiche strutturali della casa hanno richiesto la costruzione di 49 metri lineari di sottomurazioni, a supporto delle fondazioni esistenti, ed un consolidamento dei solai interpiano. L’innalzamento del secondo piano verrà eseguito utilizzando delle putrelle in acciaio.

L’ampliamento degli spazi interni ha portato anche ad una ridistribuzione degli stessi, in particolare al pianterreno e al secondo piano. Il cliente ha chiesto inoltre un supporto tecnico anche nella scelta delle finiture interne, che è stata eseguita tutta su campionatura già in fase di preventivazione. Il nuovo tetto verrà realizzato con una copertura a lose, per soddisfare i requisiti paesaggistici del comune.

Categoria – Residenze
Cliente – Privato
Designer – Cristina Bellone, Studio di ingegneria Risso