L’architettura è una delle poche forme d’arte in cui non servono grandi tecnologie per vivere un’esperienza unica. Basta far incontrare un gioiello del Rinascimento italiano con le opere di un’archistar moderna ed il gioco è fatto: architettura nell’architettura.

Questo è quello che attende lo spettatore della mostra David Chipperfield Architects Works 2018, che si tiene dal 12 maggio al 2 settembre presso la Basilica Palladiana di Vicenza. Una tentazione troppo grande per non andarla a vedere subito, alla ricerca di spunti, ispirazioni e momenti di eccellenza a cui tendere. Curata da Abacoarchitettura la mostra presenta 15 progetti elaborati dagli studi di Londra, Berlino, Milano e Shangai: fra disegni, gigantografie e modelli il percorso illustra la serie di attività che si realizzano in uno studio di architettura, attraverso le diverse fasi di sviluppo.

L’allestimento è stato progettato da David Chipperfield ed ogni team ha contribuito alla presentazione di ogni progetto. Una modalità vincente che sottolinea le differenze nell’affrontare sfide culturali e professionali, ma allo stesso tempo aggancia l’attenzione del visitatore che passa da un progetto all’altro pieno di curiosità. Il culmine del percorso è nella volta del salone dei Cinquecento, dove è stato sospeso un sistema di proiezione.

David Chipperfield Architects

Basilica Palladiana – Piazza dei Signori, Vicenza

12 maggio – 2 settembre 2018

Da martedì a venerdì 10-13 / 17-20

Sabato e domenica 10-20

www.chipperfield.abacoarchitettura.org

blog