Le vecchie case hanno un fascino e una magia senza tempo. Tuttavia, se si ha la fortuna di averne una prima o poi ci si trova ad affrontarne l’inevitabile restyling. Scopriamo allora quali sono i 7 elementi chiave da considerare per case antiche da ristrutturare.

  • Controllare il tetto

Uno dei problemi più temuti per quanto riguarda le case antiche è il rischio di infiltrazioni. Per questo motivo tra i primi elementi da valutare per la ristrutturazione compare sicuramente il tetto, di cui occorre controllare lo stato di conservazione dei materiali, ma anche altri dettagli come la pendenza (maggiore è l’inclinazione, minori saranno le probabilità di infiltrazioni) e le grondaie.

  • Valutare la condizione delle pareti esterne

Rispetto alle pareti esterne, se queste sono rivestite in pietra è utile verificare se in alcuni punti è necessario un rabbocco dei giunti di malta; se, invece, il rivestimento è in legno è opportuno sostituire il prima possibile le assi danneggiate.

  • Uno sguardo al giardino

Quando si tratta di case antiche da ristrutturare, anche un controllo del giardino (ove presente) è molto importante: se l’abitazione si trova ai piedi di un pendio, per esempio, il rischio di umidità sarà più alto. √à inoltre consigliabile verificare lo stato di salute delle piante presenti, abbattendo gli alberi morti e misurare la distanza dei rami dalla casa (che dovrebbe essere di almeno due metri, altrimenti le foglie, cadendo, potrebbero ostruire le grondaie).

  • Parola d’ordine: recupero

Ristrutturare una casa antica non significa necessariamente buttare via tutto. Al contrario, molti elementi – come per esempio le travi a vista – possono essere recuperati e valorizzati semplicemente sottoponendoli agli adeguati trattamenti.

  • Mix di stili

Le case antiche da ristrutturare offrono anche un’ottima opportunità per sperimentare nuovi connubi architettonici, mixando con creatività e intelligenza elementi d’epoca e moderni. Un esempio? Una parete in pietra rustica accanto a una vetrata trasparente, un accostamento di grande impatto estetico capace di conferire a ogni abitazione uno stile e un’eleganza unici.

  • Agevolazioni fiscali e bonus

Ristrutturare casa, negli ultimi anni, è diventato anche conveniente, grazie alle agevolazioni (qui quelle previste nel 2019) che permettono di detrarre fiscalmente le spese per i lavori. In molti comuni italiani, inoltre, il recupero degli edifici di valore storico è ulteriormente incentivato con provvedimenti ad hoc.

  • Gli impianti

Per la ristrutturazione di una casa antica, infine, non bisogna dimenticare di controllare lo stato degli impianti e se è necessario rimodernarli, adeguandoli alle normative di legge.

Blog