Godalming – Country House

0Giorni di lavoro
0Metri Quadri
0Tessere mosaico posate a mano
0La tiratura della carta da parati

Un maniero dei primi del Novecento, immerso in un parco secolare, è il contesto in cui sorge questo appartamento su due livelli. Un lavoro di fit out che ha riscoperto gli spazi interni, coniugando uno stile anni ’50 ad ispirazioni orientali, per una casa dal carattere forte.

Il parquet del soggiorno è un assito di legno originale recuperato, riverniciato e lavorato perché fosse idoneo all’utilizzo come pavimentazione.

I mosaici sono stati posati a mano senza rete per replicare l’effetto dei pavimenti già esistenti, si tratta in tutto di 20.000 tessere.

Le pietre originali del mosaico in rosso e verde erano porfido egiziano, un materiale oggi non più disponibile. Nel restauro si sono usate delle pietre italiane invecchiate. Stesso trattamento per il marmo bianco di Naxos.

La carta da parati della camera da letto ha all’interno delle scaglie d’oro e i pavoni sono dipinti a mano, firmata Fornasetti è stata prodotta solo due volte.

Descrizione del progetto

Immersa nella campagna inglese, a poche miglia dal centro di Londra, è ubicata questa unità immobiliare frutto del frazionamento di un maniero dei primi del Novecento. La costruzione ha una facciata imponente con ampie finestre, timpani e camini. La morfologia degli interni è stata mantenuta, l’intervento di strip out ha interessato la moquette e tutte le aggiunte fatte con gli anni così da riportare gli spazi alle loro origini. La distribuzione si articola attraverso un importante zona living con ampio soggiorno, sala da pranzo e cucina proseguendo poi con la zona notte che si struttura in tre diverse camere da letto con relativi bagni privati.

Nella zona living si è scelto di mantenere alle pareti le boiserie originali in legno scuro, nell’opera di ristrutturazione sotto la moquette è emerso un assito in legno originale che è stato recuperato e riverniciato. Questo intervento ha regalato alla zona del soggiorno le nuance calde ed avvolgenti del legno, che è il grande protagonista della stanza.

Nel tinello la demolizione ha portato alla luce una pavimentazione mosaicata in porfido egiziano verde e rosso, che è stata restaurata completando le parti irrecuperabili. Lo stesso procedimento è stato usato per le pavimentazioni a mosaico di altre aree della casa, in marmo di Naxos bianco. Ripristinare queste pavimentazioni ha richiesto un lungo lavoro di ricerca; il porfido egiziano è un materiale oggi poco comune nell’edilizia, è stato pertanto necessario cercare pietre che avessero lo stesso colore delle tessere originali. Tutte le nuove tessere sono poi state sottoposte a processi di invecchiamento, per rendere i materiali molto più simili. La posa dei materiali è stata poi fatta a mano senza rete, così da uniformare lo stile a quello già esistente in casa. In tutto sono state posate 20.000 tessere di mosaico.

Nelle zone private della casa il lavoro di ristrutturazione ha compreso anche l’utilizzo di alcune carte da parati create da Fornasetti. Le più particolari quella del bagno con le nuvole e quella con scaglie d’oro e pavoni dipinti a mano – produzione a tiratura limitata.

Della struttura originale si sono preservati anche i tre caminetti, le decorazioni a soffitto e i vecchi caloriferi in ghisa – ridipinti con speciali vernici.

Categoria – Residenze
Cliente – Privato
Designer – Studio DC10 Architects
Foto di – Helenio Barbetta